MEME: una riconoscibile entità di informazione relativa alla cultura
      umana che è replicabile da una mente o un supporto simbolico
      di memoria - per esempio un libro - ad un'altra mente o supporto.
      In termini più specifici, un meme è "un'unità auto-propagantesi"
      di evoluzione culturale, analoga a ciò che il gene è per la genetica.
      La parola è stata coniata da Richard Dawkins nel suo libro
      Il gene egoista  (The Selfish Gene, 1976).

      Persino i cosiddetti "tormentoni" generati dai mass-media o estrapolati
     da film, videogiochi, discorsi pubblici sono memi capaci di diffondersi
     e mutare [...].

     In fondo, il termine meme è usato per indicare un qualsiasi pezzo di
     informazione che viene trasmesso da una mente ad un'altra.




     Da qui nasce l'idea di propagazione del proprio modo di essere
     tramite l'orecchino, togliendo ad esso i preconcetti dati da modello,
     forma e materiale, e aggiungendo lo spazio per "l'informazione".
     L'orecchino diventa, perciò, mezzo comunicativo del proprio modo di
     essere, con la possibilità di cambiare in ogni momento l'informazione
     contenuta. Un oggetto personale e personalizzabile, flessibile e
     mutevole
che, grazie a infinite combinazioni tra grafica e colore, non
     è una moda ma un nuovo modo di esprimersi.

     L'ideazione degli orecchini Meme e la grafica sono state realizzate
     da Federico Vota.


      Per maggiori informazioni o richieste potete scrivere a: